-Eartheart: difendi il futuro- Eartheart: difendi la biodiversità, difendi il futuro!
 


torna alle news

Eartheart: difendi il futuro


Al via oggi la campagna di raccolta fondi di Slow Food a tutela della biodiversità

Slow Food ha scelto Terra Madre Salone del Gusto per lanciare una grande campagna di raccolta fondi a tutela della biodiversità. E lo ha fatto insieme a un compagno di strada d’eccezione, la Holden, scuola torinese di narrazione.

«Siamo orgogliosi di presentare la collaborazione tra Slow Food e la Scuola Holden proprio qui, nella sede della scuola », esordisce Mauro Berruto, amministratore delegato della Holden. «Nell’Ottocento questo edificio era una fabbrica di armi. Oggi costruiamo narratori. Ci piace partire da questa idea. Insieme a Slow Food, abbiamo messo insieme intelligenze, idee, creatività, per realizzare uno strumento coerente con l’obiettivo e la visione di Terra Madre e di Slow Food. In questi giorni, camminando per le strade della città e del parco del Valentino, ho visto una straordinaria bellezza. Sono sempre più convinto che sia necessario battersi insieme contro le monocolture e le monoculture».

«La campagna Eartheart: difendi il futuro parte dall’unione tra le due parole inglesi Terra (earth) e cuore (heart)», racconta Serena Milano, segretario generale della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus. «L’illustrazione della campagna è stata disegnata da Marco Cazzato mentre le immagini dei video non sono acquistate in agenzia ma sono il frutto di 20 anni di lavoro sul campo. Sono i volti dei produttori di Terra Madre e dei Presìdi Slow Food ritratti da fotografi che collaborano da tanto tempo, come Paola Viesi, Oliver Migliore, Marco del Comune, Alberto Peroli, Paolo Andrea Montanaro. Le immagini video sono state girate da Stefano Scarafia e Remo Schellino. Tutto il lavoro successivo è stato curato dalla Scuola Holden e da un gruppo straordinario di giovani studenti. Le immagini sono state selezionate da Andrea Giuseppe Castriotta, Stefano Cau, Fabio Dal Pan, Lucia Moschella. Il montaggio è stato curato da Davide Cerreja Fus, l’animazione è di Movie & Arts, la musica è di Niccolò Bosio, la grafica è di Anna Galli e Alessandra Bruno».

Lo slogan della campagna sintetizza l’obiettivo di ogni progetto di Slow Food: difendere il futuro. Difenderlo da un’agricoltura che inquina il suolo e l’acqua, che riduce e quasi annulla la diversità, senza riuscire a sfamare il mondo. Da un’economia che punta sulla crescita infinita, senza fare i conti con i limiti di un pianeta finito. Da uno sviluppo fine a se stesso che distrugge la natura e il tessuto sociale e rende l’umanità costantemente insoddisfatta e infelice.

«Molti confondono Slow Food con un’associazione elitaria fatta di persone che amano mangiare bene», racconta Carlo Petrini, presidente di Slow Food. «L’elemento del piacere è distintivo della nostra filosofia e non lo metteremo mai da parte, anzi, è l’elemento che ci permette di trovare l’energia e l’entusiasmo per fare un grande lavoro, ogni giorno, in difesa dei piccoli produttori e della biodiversità. E’ di pochi giorni fa la notizia della fusione tra Monsanto e Bayer: un’unica gigantesca azienda controlla semi, fertilizzanti, erbicidi, fertilizzanti, e anche i farmaci! Come possiamo difenderci se non attraverso la tutela della biodiversità e delle sue differenze? Questo lavoro richiede impegno, sacrificio e ha bisogno di risorse. Riusciremo a portarlo avanti solo se – grazie a campagne come questa – avremo il sostegno e la solidarietà di tutti».

 

Aiutateci a promuovere questa campagna!

dona.slowfood.it


Un evento di
 Città di Torino
 Slow Food
 Regione Piemonte
In collaborazione con
Mipaaf
Con il contributo di
 
Official Partner
 
 
 
 
 
 
 
Sostengono Fondazione Terra Madre e Slow Food
 
 
 
Con il sostegno di
 
 
 

Terra Madre Salone del Gusto
Slow Food Promozione P.Iva 02220020040
© Terra Madre Salone del Gusto 2016 - All rights reserved