-On the road con Cucine di strada e Food truck- On the road con Cucine di strada e Food truck
 


torna alle news

On the road con Cucine di strada e Food truck


Terra Madre Salone del Gusto is on the road again. Ad accompagnarci nell’avventura però non sono i motori rombanti sulla Route 66, ma lo sfrigolare delle padelle e i profumi irresistibili che si alzano dai Food truck e dalle Cucine di strada!

Carbonara (AU KOQUE). Chef Marco Sacco, ristorante Piccolo Lago, via Filippo Turati, 87 - 28924 Verbania (VB)

In Piazzetta Reale, davanti alla maestosa reggia dei primi sovrani d’Italia, vi aspetta una carovana di sapori con i nostri Food truck in arrivo da tutta la penisola. Ai Murazzi del Po i locali appena riaperti propongono le migliori birre artigianali italiane: le accompagnano una selezione di Cucine di strada approvate da Slow Food.

Cominciamo il nostro giro d’Italia su quattro ruote dalla regione ospitante. Fra i truck piemontesi partecipa per la prima volta il Piccolo Lago, prestigioso ristorante di Verbania, con il suo chef Marco Sacco alle prese con uno dei suoi piatti iconici, la Carbonara au koque, versione eretico-piemontese di un classico della cucina italiana. Due stelle Michelin, giudice nell’ultima selezione italiana del Bocuse d’Or, Sacco ha scelto di mettersi in gioco in una cornice quanto mai lontana dalle atmosfere haute cuisine e dai panorami mozzafiato del suo locale sulle rive del Lago di Mergozzo (VB). Non vediamo l’ora di vederlo all’opera!

A L’Alveare che dice sì di Vigliano Biellese (Bi) potete assaggiare le specialità a base di verdure e legumi locali, da abbinare alle preparazioni a base di salsiccia di Wonderful Alba Bra Langhe e Roero – Mac ‘d Bra e alle polpette della Polpetteria Norma (Torino). Originali le patate ripiene di poormangerPoormanger (Torino). Chiudiamo in dolcezza con i gelati di Nivà (Torino), gli yogurt di Famù e un’infusione di Tea Ciok (Volpiano). A proposito di gelati, non perdete quelli dell’unico food truck ligure presente: l’Azienda Agricola Dalpian “Il sottobosco” di Tiglieto (Ge).

Tiene alta la bandiera della gastronomia emiliano-romagnola il Beestrò di San Mauro Pascoli (Fc), con hamburger e piadine con ottimi prodotti regionali, mentre in Toscana il vero lampredotto vi aspetta alla corte del Quinto Quarto di Firenze.

Percorriamo ora i portici di via Po e sbuchiamo sulla maestosa Piazza Vittorio, scendendo da lì lungo le arcate dei Murazzi. Ritrovo storico della movida torinese fino a tempi recenti, “i Muri” sono rifugio delle nostre Cucine di strada nei giorni di Terra Madre Salone del Gusto: gioca in casa l’Hamburgheria di Eataly, da Genola (Cn).

L’Emilia Romagna unisce il meglio della cucina appenninica con la caratteristica “tigella” (la schiacciata farcita con lardo e parmigiano, marchio di fabbrica di LaTigellina.com di Fanano in provincia di Modena) e il fritto di pesce dell’Osteria del Gran Fritto di Cesenatico (Forlì).

bombettaDue le Cucine di strada liguri: il Consorzio Focaccia di Recco (Ge) e Zena Zuena di Genova, che propongono un prodotto simbolo della Liguria, l’immancabile fügassa. Dalla Puglia, infine, arrivano due specialità di sicuro successo: la bombetta di Alberobello (Ba), ormai protagonista fissa in tutti gli eventi di cucina di strada con Quelli della bombetta, e Il panzerotto di Martina Franca (Ta).

Tra gli altri protagonisti del nostro serraglio mangereccio (non abbiamo purtroppo potuto includerli tutti), non possiamo non dedicare una menzione speciale a Ernesto Berardi di Amatrice: nonostante la terribile tragedia che ha avuto proprio nel paese laziale il suo epicentro, la Cucina di strada ci sarà, con uno spazio dedicato all’amatriciana.

 

Andrea Cascioli
a.cascioli@slowfood.it


Un evento di
 Città di Torino
 Slow Food
 Regione Piemonte
In collaborazione con
Mipaaf
Con il contributo di
 
Official Partner
 
 
 
 
 
 
 
Sostengono Fondazione Terra Madre e Slow Food
 
 
 
Con il sostegno di
 
 
 

Terra Madre Salone del Gusto
Slow Food Promozione P.Iva 02220020040
© Terra Madre Salone del Gusto 2016 - All rights reserved