-Si fa presto a dire Panforte…- Si fa presto a dire Panforte: Sapori 1832
 


torna alle news

Si fa presto a dire Panforte…


Il Panforte: lo abbiamo assaggiato praticamente tutti, ma quanti di noi sanno davvero cosa c’è dietro la sua preparazione? Chi di noi ha abitudini gastronomiche (o famigliari) collegate alla Toscana e alla sua cucina sa perfettamente di cosa si parla: mandorle, canditi, zucchero farina e spezie, tutto per creare uno dei dolci più caratteristici della tradizione nazionale, già ben noto al tempo di signorie come quella dei Medici, che nei loro scambi con gli altri casati italiani ed europei hanno sempre inserito qualche frammento dell’identità gastronomica toscana. Della preparazione del Pan pepatus, Pane aromatico o Pane natalizio (Il nome Panforte è più recente) si occupava lo speziale, figura a metà tra l’alchimista e il farmacista: segno evidente che già allora il legame tra la qualità del cibo e la salute era tenuto in alta considerazione e considerato un sapere quasi magico.

03_09_Panforte sapori2Eppure c’è molto di più sotto la dolce, gustosissima superficie. A Terra Madre Salone del Gusto Sapori 1832, Official Partner dell’evento, ci parla di questa e altre specialità dolciarie tradizionali italiane in un percorso fatto di storia (L’azienda spegne quest’anno ben 184 candeline), di alto artigianato, di toscanità, di grande amore per la propria terra. Un lunghissimo filo che abbraccia la Terra e il tempo, dalla più giovane apprendista pasticciera, magari “figlia d’arte”, fino al bel sorriso delle veterane che ci raccontano la passione che le lega indissolubilmente a Siena e a questa o quella specialità (come ti abbiamo raccontato in questo video).

Nei cinque giorni dell’evento, presso lo stand allestito da Sapori 1832 nel Parco del Valentino, sono previsti numerosi appuntamenti su prenotazione gratuita in cui il Panforte è solo uno di molti attori spesso sottovalutati. A dispetto della loro fama infatti, talvolta i nostri migliori dolci rischiano di rimanere intrappolati in una logica che li vuole diffusi (o riconosciuti come eccellenza) solo nella loro zona di origine o in certi periodi dell’anno (e. Natale), ostaggio della propria storia o peggio ancora di tentativi di contraffazione. Eppure il settore dei dolci da forno, in cui siamo leader mondiali come confermato dai più recenti dati ISTAT, offre numerose opportunità di rappresentare il meglio della nostra tradizione anche all’estero, senza snaturare in alcun modo l’identità del prodotto. Proprio per questo lo stand Sapori 1832 durante l’evento non è un semplice spazio di approfondimento, bensì un crocevia in cui i maestri artigiani, che è possibile seguire da vicino durante tutte le fasi della preparazione, sono le guide e interlocutori ideali per scoprire il panforte e altri dolci della tradizione italiana e immagine del nostro Made in Italy nel mondo.

fantasie_cantuccini8737Ecco quindi che, oltre a conoscere tutti i segreti del Panforte, il pubblico può degustare Cantuccini, Cavallucci, Ricciarelli, Amaretti e molto altro ancora: si può indagare su abbinamenti unici con i dolci, come quelli con il vin santo e altri vini (seguiti da vicino dalla redazione di Slow Wine), oppure quelli con il gelato, con il cioccolato, con le mandorle, e molto altro ancora. Naturalmente dopo aver provato la magia, sarà possibile chiedere qual è il trucco per fare un dolce perfetto: ed ecco i laboratori dedicati alla storia di ogni ricetta e alle sue evoluzioni nel tempo, quelli sulla cosiddetta “architettura della pasticceria”, quelli sull’importanza degli ingredienti, con il prezioso intervento dei docenti dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (incluso un approfondimento sull’olio di palma, che Sapori ha escluso da tutte le proprie preparazioni), fino a quelli sull’attività di ricerca e sviluppo dell’azienda, perchè il miglior modo di onorare e rispettare il sapere dei nostri nonni è forgiare oggi la tradizione che consegneremo ai nostri figli.

Scopri tutti gli eventi in programma presso lo stand Sapori a Terra Madre Salone del Gusto: e nei giorni dell’evento visita lo stand presso il Parco del Valentino!

 

Paolo Tosco
p.tosco@slowfood.it


Un evento di
 Città di Torino
 Slow Food
 Regione Piemonte
In collaborazione con
Mipaaf
Con il contributo di
 
Official Partner
 
 
 
 
 
 
 
Sostengono Fondazione Terra Madre e Slow Food
 
 
 
Con il sostegno di
 
 
 

Terra Madre Salone del Gusto
Slow Food Promozione P.Iva 02220020040
© Terra Madre Salone del Gusto 2016 - All rights reserved