-Lo spazio dell’Università di Scienze Gastronomiche- Lo spazio dell’Università di Scienze Gastronomiche - Terra Madre Salone del Gusto
 
 

 

Lo spazio dell’Università di Scienze Gastronomiche


L’Università degli studi di Scienze Gastronomiche (Unisg) è stata fondata nel 2004 da Slow Food e forma una nuova figura professionale: il gastronomo. Chi è il gastronomo, che cosa studia e come opera, così come è intesa la gastronomia all’Unisg, lo scoprirete durante i cinque giorni dell’evento, in particolare attraverso le conferenze Chi è il Gastronomo e Storie di Eco-Gastronomia.

Il cuore delle attività dell’Università si trova nel Parco del Valentino, dove un grande spazio espositivo presso il piazzale d’ingresso del Castello del Valentino sarà animato da attività ed eventi, di cui molti ideati dagli studenti stessi. Si parte dalle degustazioni guidate: dal pane ai salumi alla gastronomia sarda. Quindi torna la proposta del Personal Shopper, un tour itinerante tra i migliori produttori presenti sul Mercato di Terra Madre Salone del Gusto. Ma non solo: gli studenti sono gli animatori del Walk’n’eat e del Bike’n’eat, passeggiate e biciclettate ragionate e golose dedicate alla cucina torinese e piemontese.

Anche i docenti dell’ateneo sono impegnati in conferenze: a partire dal tema della cucina italiana negli Stati Uniti, per toccare la storia dei vini italiani, il binomio cultura e savoir faire in cucina necessario per i cuochi di oggi, il legame dell’arte con il mondo del vino e molto altro.

Le diramazioni dell’UNISG si estendono al di fuori dello stand: con la presenza dei docenti relatori nei Forum di Terra Madre, i laboratori del gusto (con studenti e docenti coinvolti), le degustazioni di birra a cura dei birrai dei corsi di Alto Apprendistato e le degustazioni di vino presso l’Enoteca del Salone, quindi Food Mood, la business area per aziende della filiera agroalimentare, organizzata con la Camera di Commercio di Torino, lo spazio dedicato al Systemic Food Design e il food truck degli Edible Commandments, dove studenti internazionali che cucinano specialità dei loro paesi.